fbpx

È molto probabile che ti stia chiedendo cos’è un calendario editoriale per i social media marketing o un piano editoriale per i social media e come crearne uno per la tua attività.

In questo articolo, ti parlerò ancora una volta dell’importanza di gestire correttamente i tuoi social network, che è la base di tutto.

Per gestire in modo efficiente i social network, è necessario disporre di una strategia definita ed è qui che entra in gioco il piano di marketing per i social media. Non averne uno ti costerà tempo e denaro.

Cos’è un piano di marketing per i social media?

Un piano di social media marketing è una strategia di marketing digitale  applicata ai social network attraverso un documento, un modello o una guida che ci aiuta a identificare e procedere con i passi da seguire verso il nostro obiettivo aziendale.

Le domande che devi farti prima di iniziare qualsiasi attività di promozione online sono:

  • Identificare il prodotto ed servizio e il valore e il valore e benefici che apporta ai tuoi clienti?
  • A chi stai vendendo (pubblico obiettivo)
  • Dove puoi trovare il tuo cliente ideale nella rete?
  • Quali contenuti ti serviranno per promuovere la tua azienda e con quali mezzi?
  • Quali obiettivi vuoi raggiungere con i canali sociali?
  • Quali sono i miei competitors?

Come vedi vi è quindi una prima analisi della tua situazione, della tua concorrenza e degli obiettivi che vuoi raggiungere, saranno la base per farlo, vedremo passo dopo passo tutto quei punti che devi seguire

Partiamo quindi dal principio

Analizza il tuo marchio e la tua situazione attuale

Prima di iniziare a preparare il tuo piano di social media, è importante conoscere lo stato del tuo marchio, devi identificare tutti quegli aspetti che ti differenziano dal resto, nonché ciascuno dei punti di forza o di debolezza della tua attività.

Per prima cosa osserveremo la nostra attività internamente:

  • Vendiamo prodotti o servizi
  • Siamo un’azienda B2B o B2C
  • Azioni che abbiamo fatto fino a quel momento
  • Reputazione online del tuo marchio o della tua attività
  • Ho i mezzi per eseguire azioni digitali?

Analizza la tua concorrenza

Allo stesso modo in cui è importante analizzare il proprio marchio, è altrettanto importante identificare ciò che la concorrenza sta facendo e in che modo, osservare i suoi punti positivi e negativi.

Questa informazione sarà molto utile per fare la tua strategia, ma stai attento, non fare esattamente la stessa cosa, per due ragioni, il tuo marchio dovrebbe essere unico e il secondo è che ciò che funziona per la competizione non deve necessariamente funzionare a te

Analizza il tuo sito web

Hai un sito web?

Il tuo sito web risponde in maniera ottimale alle informazioni che gli utenti cercano in rete?

Io faccio sempre una domanda ai miei clienti che sembra sciocca e invece racchiude il cuore dell’analisi. Se entro in un negozio di abbigliamento, ho davanti scaffali pieni di vestiti, bellissimi ma ho la commessa non mi fila, se gli chiedo un’informazione non me la da e anzi non sa dove posso trovare un determinato capo, cosa faccio esco e non compro.

La stessa cosa è per il nostro sito internet.

L’utente arriva facilmente a trovare ciò che vuole?

Per la creazione di un piano di social media marketing è essenziale quindi effettuare un’analisi dell’usabilità e accessibilità del tuo sito web.

Non dimenticare che uno degli obiettivi dei social network è aumentare il traffico web, se grazie ai nostri obiettivi sui social media otteniamo potenziali clienti sul web, ma quando arriva la pagina non è ottimizzata, non si convertirà. Perderai solo tempo e denaro.

Definisci il tuo pubblico di destinazione

Come creare un calendario editoriale per i social media? Modello Excel 1

Per sapere chi è il tuo pubblico di destinazione o il tuo cliente ideale, dovresti essere chiaro riguardo le seguenti informazioni:

Età, sesso, ubicazione, potere d’acquisto, abitudini di consumo, punti di dolore e bisogni. 

Una volta creato questo profilo, definisci quali dei tuoi prodotti o servizi possono aiutarti a risolvere i tuoi problemi e/o a soddisfare le tue esigenze.

Solo se conosci perfettamente il tuo cliente ideale, sarai in grado di dargli contenuti di valore e creare prodotti e servizi su misura.

Scegli i social network giusti

Come creare un calendario editoriale per i social media? Modello Excel 2

Veniamo ora alla parte forse più complessa.

In un piano di social media marketing, è fondamentale definire quali canali utilizzare , come sapete, ogni rete funziona per alcuni settori meglio di altri, ecco perché è necessario effettuare un’analisi preliminare dei social più appropriati per la tua azienda o il tuo marchio.

Dove trovi il tuo pubblico ideale.

E’ un pubblico giovane o no. Quali social network utilizza?

La tua analisi deve essere accurata e approfondita. Ti consiglio di partire se non hai molte risorse di tempo e denaro di iniziare con tre social network.

Non cercare di coprire più di quanto puoi, è meglio essere in due/tre social network correttamente rispetto a quattro cattivi. Misura il tempo che puoi spendere e canalizza i tuoi obiettivi in ​​quelle reti.

Definire i contenuti per ciascun social network

Una volta definiti i canali di diffusione e comunicazione per il tuo brand, devi selezionare quale contenuto è più appropriato per ciascuno di essi.

Ogni social network ha il suo formato e modo di comunicare. Una delle cose più sbagliate è automatizzare il messaggio su tutti i social senza avere cura del dettaglio.

Facebook ha un suo modo, twitter è totalmente differente per non parlare di Instagram e Youtube.

Predisponi per ogni social un piano ben specifico con contenuti adatti alla piattaforma che stai utilizzando. Quel tempo che dedichi in più sull’ottimizzare i tuoi contenuti non sarà tempo sprecato anzi migliorerà i tuoi risultati. GARANTITO!

Definisci i tuoi obiettivi e seleziona le metriche

Quando prepari un piano di social media, devi definire in modo molto chiaro quali sono i tuoi obiettivi, poiché in base a quali sono le esigenze attuali della tua azienda, puoi stabilire la tua strategia e utilizzare i KPI che ti consentono di misurare l’efficacia di tale strategia.

I KPI sono i parametri che ti aiutano a misurare le azioni che stai eseguendo, per vedere se stai raggiungendo gli obiettivi precedentemente impostati.

Se l’obiettivo della tua attività è raggiungere più persone (visibilità), i KPI che dovresti tenere a mente sono i seguenti:

  • Copertura e impressioni: il KPI di copertura indicherà il numero di persone che il tuo post ha visualizzato, mentre l’indicatore KPI di impressioni corrisponderà al numero di volte in cui i tuoi post sono stati visualizzati.
  • Numero di follower: il numero di follower del marchio nei social network sarà un chiaro indicatore dello stato di visibilità che stai raggiungendo con la tua strategia.
  • Acquisizione Lead: se il tuo intento è creare una mailing list su cui lavorare il tuo obiettivo sarà il raggiungimento di acquisizione dei contatti mail con la minima spesa
  • Conversioni: valido anche per l’acquisizione dei contatti è soprattutto indicato per gli e-commerce o richieste preventivo. E’ il numero di azioni che vengono compiute per acquistare qualcosa o l’azione dell’utente che compie per te molto rilevante. Può essere ad esempio la chiamata per ordinare le pizze se sei una pizzeria a domicilio. Anche qui valuta l’importo investito in base ai risultati.

Il coinvolgimento è la capacità di un marchio di generare una relazione con il suo pubblico. 

Maggiore è il coinvolgimento, maggiore è il coinvolgimento del pubblico con il tuo brand, quindi, ci sono più possibilità per l’utente di acquistare il tuo prodotto o servizio.

Oltre agli strumenti che ti mettono a disposizione i vari social network per valutare il comportamento dell’utente, imposta correttamente il tuo account di Google Analytics ed il Pixel di Facebook qualora utilizzassi la sua piattaforma.

I dati sono oro per sviluppare la tua comunicazione.

Crea il contenuto, lancia, analizza e se non sei soddisfatto dei risultati analizza e correggi e riparti.

Perfezionando il processo risparmi tempo e denaro, i social possono diventare una leva irrinunciabile per per il tuo business

Come fare il piano editoriale per i social network 

Come creare un calendario editoriale per i social media? Modello Excel 3

Dopo aver analizzato in precedenza il tuo marchio e quello dei tuoi concorrenti, dopo aver scelto quali reti saranno più efficaci per la tua strategia e scelto i tuoi obiettivi ben definiti, è il momento di creare i tuoi profili social, se ancora non li hai, o prendere il comando di coloro che sono già stati creati.

Ora è giunto il momento di eseguire il piano di marketing sui social media e per questo è necessario creare un calendario di pubblicazione . 

I calendari editoriali dei social media sono fogli (spesso in excel) o app utilizzate per pianificare i post social in anticipo. Sono anche utilizzati per pianificare quando e quali contenuti saranno condivisi, gestire le campagne e tenere traccia delle scadenze.

  • Calendari stampati: Sono i più semplici da realizzare. Puoi mappare i temi dei contenuti e prendere nota dei contenuti imminenti e degli eventi che richiedono la promozione dei social media. Hanno un grande difetto, spesso i piani editoriali vengono cambiati per sopraggiunti trend. Rischi di avere dopo alcuni giorni un foglio scarabocchiato per cambi di programma repentini.
  • Fogli di calcolo: I fogli di lavoro condivisi sono flessibili e gratuiti. Puoi utilizzare diversi colori per segnalare il tipo di contenuto, l’importanza e segnare alcune scadenze. Possono essere condivisi in rete e utilizzati dal tuo staff per mantenere costantemente accesa l’attenzione sulla programmazione e lo stato dei lavori. 
  • App dedicate al calendario dei social media e strumenti di pianificazione . Le soluzioni più efficienti. Queste app aggiungono un livello di automazione (oltre ad altre potenti funzionalità) che i fogli di calcolo non possono eguagliare.

Quali sono i veri vantaggi?

Prima di investire il tempo nella costruzione di un calendario completo, probabilmente vorrai sapere quali sono i reali benefici. Riteniamo che tali benefici possano essere suddivisi in quattro aree:

  • Pianificano e mettono ordine al caos. La gestione di più account di social media può diventare fastidiosa . Quel tipo di disorganizzazione ucciderà la tua efficienza. Può anche diminuire l’efficacia dei tuoi sforzi di marketing sui social media. .
  • Gestioni delle scadenze. I calendari sono ottimi per impostare le scadenze. È facile procrastinare quando le scadenze sono flessibili (o inesistenti). Disporre di un piano chiaro elimina le scuse per non sapere quali contenuti pubblicare sui tuoi canali social.
  • Risparmio di tempo. Nessuno ha mai abbastanza tempo. Tuttavia, la pianificazione dei tuoi social media con un calendario ti consente di sfruttare al massimo il tempo che hai.
  • Migliorano in modo misurabile i risultati. Questo è il vantaggio che sostituisce tutti gli altri vantaggi. Dopotutto, l’efficienza senza efficacia significa semplicemente fare le cose male, rapidamente. L’uso di un calendario ti consente di pianificare i tuoi messaggi per tempi ottimali, aumentando le probabilità che vengano visti.
  • Ottimizza il flusso del lavoro del Team: se lavori in squadra il calendario editoriale è una bussola per tutti coloro che realizzano e gestiscono i contenuti sui tuoi social network
  • Ricerca anticipata del materiale da reperire: una delle cose peggiori che può capitare per chi gestisce i social network, è trovarsi a corto di contenuti, risorse e non sapere cosa pubblicare. Il calendario ti permette di andare a trovare e realizzare i tuoi contenuti, che siano essi immagini, video, audio o altro.

Inizia scaricando il tuo modello di calendario editoriale gratuito per i social media in Excel

 

Questo modello è stato creato per facilitare la pianificazione dei post sui social media. Indipendentemente dal numero di reti su cui sei attivo, sarai in grado di organizzare tutto in un’unica posizione. È un file Excel gratuito che può essere facilmente caricato su Fogli Google (che raccomandiamo se il tuo calendario sarà condiviso con più utenti).

Come creare un calendario editoriale per i social media? Modello Excel 4

Quindi, passiamo attraverso ogni sezione del tuo modello.

Giorno e ora di pubblicazione

E’ fondamentale capire attraverso l’analisi dei dati l’orario e i giorno in cui il tuo pubblico obiettivo è più attivo all’interno di ogni singolo social.

Scegliere con cura il giorno e l’ora della tua pubblicazione ti permetterà di non fare un buco nell’acqua. Gli algoritmi dei social e in particolare modo di Facebook ed Instagram analizzano il numero di interazione nelle prime ore dalla tua pubblicazione.

Più il contenuto ha interazioni nelle prime ore maggiore sarà la visibilità che il tuo contenuto avrà all’interno del social.

Spesso vedo pagine pubblicare ad orari assurdi, es. dopo le 23 o prima delle 6 del mattino. E’ forse la cosa più insensata da fare se si vuole coinvolgere il proprio pubblico.

Altra grande precisazione ogni azienda, prodotto o servizio ha un pubblico differente con abitudini differenti, solo con l’analisi dei dati avrai un quadro della situazione e saprai decidere dove e a quale ore pubblicare i tuoi post e su quale piattaforma.

Argomento del Post

Di che cosa parla il tuo post? Del tuo prodotto, di un offerta, di un evento speciale, di una storia, un video emozionale o altro.

Specifica l’argomento che vuoi trattare. Ti aiuterà a non essere ripetitivo nel tempo e a selezionare argomenti che comprendano tutto quello che è importante per te e per la tua nicchia di mercato e il tuo publico.

Tipologia di Post

Cosa pubblichi? Un immagine, un video, un podcast, l’articolo del blog.

Ti aiuterà a pianificare la creazione dei tuoi post e a sopperire in anticipo ad un eventuale mancanza di materiale.

Collegamento del Post

Dove vuoi portare l’utente che clicca sul tuo post?

Vuoi ricevere un messaggio, vuoi portarlo su una pagina di atterraggio per la vendita del prodotto o del servizio, all’iscrizione della newsletter o semplicemente alla lettura di un tuo articolo.

Specifica anticipatamente il percorso che deve fare l’utente per non avere brutte sorprese e analizzare i dati

Click sul call to action:

Questa annotazione viene fasta dopo alcuni giorni dal lancio del tuo contenuto. E’ una prima analisi di come è andata effettivamente il post e di quante persone sono arrivate a compiere l’azione che preventivamente avevi impostato.

Quanti messaggi, chiamate o click sul link ci sono stati?

Da qui può partire la tua analisi e scoprire quali post hanno una migliore rese e quale no. Se devi modificare l’orario della pubblicazione o la tipologia di post.

8 passi per creare un buon calendario di social media?

Mentre pianifichi il contenuto, ti suggerisco questi otto passi per rendere efficace ed efficiente il tuo calendario editoriale per i social.

Conoscere il tuo pubblico

Crea e aggiorna costantemente il tuo cliente ideale chiedendoti qual’è il suo bisogno, come puoi soddisfarlo e quali leve puoi usare per entrare in empatia con lui.

Analizza mese per mese i dati e modella con maggiore precisione il tuo pubblico di riferimento e crea una comunicazione su misura 

Rotazione dei contenuti

Sviluppa il tuo piano editoriale con, video, immagini, articoli, post, approfondimenti, offerte, eventi aziendali novità ecc ecc.

La tua comunicazione non deve mai essere ripetitiva nel tempo, il piano editoriale serve proprio a predisporre un piano ricco di contenuti differenti tra loro.

L’analisi dei dati ti suggerirà quali effettivamente vengono apprezzati dal tuo pubblico e quali no. Ricorda però di variare tipo e contenuto dei messaggi nel tempo.

Cavalca i trend 

Una delle cose che spesso si dimentica e di alzare le antenne e capire quali sono i trend in rete.

Un evento, una festa un periodo speciale dell’anno possono aiutarti ad attrarre persone interessate a te.

Cavalca i trend in rete per attrarre persone che sospinti dall’onda d’interesse sono alla ricerca di informazioni sull’argomento del momento. Ne ho fatto un video  divertente mesi fa parlando di come cavalcare i trend in rete.

La costanza

Se all’inizio non vedi grandi risultati non ti devi abbattere, una delle cose peggiori è essere intermittenti nella comunicazione in rete. La tua comunicazione deve essere come un flusso costante, mai spam, ma presente e in continuo aggiornamento.

Le persone che non conoscono te e la tua marca devono potersi affidare a te. Un primo segnale è essere costanti nel tempo.

Capire quale contenuto funziona per specifici social network

Alcuni contenuti si prestano meglio per determinati social network. Supponendo che tu conosca il tuo pubblico, stai utilizzando specifici social media per indirizzare i tuoi clienti.

Puoi condividere il tuo stesso contenuto su più reti? Sì. Assicurati solo che i tuoi messaggi sui social media seguano queste best practice per ottenere il massimo traffico.

I social non sono gratis

Investi tempo e risorse nel creare i contenuti ed i tuoi post. Lavori per attirare l’attenzione del pubblico. Bene è ora di dare la giusta benzina ai tuoi post.

Uno degli errori più grandi e pensare che i social network siano totalmente gratuiti.

Per ottenere la visibilità sperata e mirata al tuo pubblico obiettivo predisponi un budget anche piccolo da investire nei post sponsorizzati.

In questo modo non solo amplifichi la visibilità, grazie alla targhettitazione, in special modo in Facebook indirizzi i messaggi ai tuoi potenziali clienti.

Facebook e in generale i social network non sono enti benefici, sono aziende quotate in borsa, il loro successo è dato dalle loro banche dati sui propri utenti che mettono a disposizione dei propri inserzionisti.

Il traffico organico è ormai in netta diminuzione, se non vuoi disperdere le energie investi e sponsorizza i tuoi post non tutti quelli più importanti per la tua attività.

Con un piccolo sforzo economico abbiamo la possibilità di trovare i nostri clienti.

Si parte da 1 euro al giorno  

Se hai suggerimenti o utilizzi pratiche differenti non esitare a commentare.