fbpx
Come aprire un e-commerce di successo

Come aprire un e-commerce di successo nel 2020

Quante ragioni ci sono per aprire un e-commerce nel 2020?

E’ una domanda che spesso mi viene chiesta da chi ha già un negozio fisico e vuole approdare nel mercato online.

E’ una risposta semplice visto il momento storico che stiamo vivendo.

In pieno lockdown, molti dei nostri clienti hanno dovuto chiudere le loro attività e vedere azzerate le loro entrate.

Sono stati mesi difficilissimi per tutti.

Una nostra cliente, nei mesi precedente, era poco convinta che il suo e-commerce potesse decollare e non era convinta nel suo investimento.

Le spiegai che ci vuole un po’ di tempo e strategia per costruire un e-commerce di successo.

Durante il lockdown mi chiamò, dopo la prima settimana di pieno sconforto ringraziava il signore di aver investito e aver aperto il suo eCommerce.

E’ stato per lei uno strumento su cui poter ripartire.

Il suo shop on-line è stato il mezzo per poter continuare a lavorare.

Questa esperienza mi ha ulteriormente convinto che ogni azienda che vende prodotti e servizi nel 2020 non può più rimanere senza un proprio e-commerce.

Ci sono moltissimo altri motivi per aprire il tuo eCommerce ora se non lo hai già fatto.

Vediamo i più importanti.

Contents

 

Quali sono i vantaggi di Aprire un e-Commerce

Vediamo ora quali sono i vantaggi di possedere un e-commerce e come questo strumento è alla portata di tutti.

aprire ecommerce

Espandi il tuo Mercato, da Locale a Globale

Avere un negozio online fa sì che il tuo mercato vada oltre la tua località.

Potrai raggiungere clienti in qualsiasi parte del tuo paese e del pianeta.

Hai un negozio fisico di scarpe a Milano servi la clientela della tua città, grazie all’e-commerce potresti vendere in tutto il territorio nazionale e internazionale ampliando la tua clientela potenziale.

Un negozio online è aperto 24 ore al giorno, 7 giorni su 7

In questo modo non leghi il cliente a farti visita durante l’orario di apertura.

Pensa, quante persone lavorano durante il tuo orario di apertura?

L’eCommerce e aperto online 24 ore al giorno a disposizione immediata di qualsiasi utente sparso per il mondo a portata di un click

Ecco perché il lancio della tua attività online ti farà attrarre molti più clienti rispetto a a un negozio fisico.

Bassi costi di avviamento

I negozi tradizionali sopportano costi fissi elevati.

Devi pagare per l’affitto dei locali, elettricità, acqua, tasse sull’attività fisica ecc.

Al contrario, il negozio online ha un costo molto inferiore.

Dovrai sostenere il costo dell‘acquisto del domino, dell’hosting di alcuni servizi on-line per la gestione e lo sviluppo del tuo negozio online.

Il costo è sicuramente molto più basso.

Puoi gestire il tutto da casa o se hai già un azienda direttamente dal tuo ufficio senza ulteriori costi fissi.

I tuoi clienti sono su internet

L’eCommerce raggiungerà i 22,7 miliardi nel 2020 (+26%), 4,7 miliardi di euro in più rispetto al 2019.

acquisti online

Sono i dati resi noti in settimana dall’Osservatorio B2c del Politecnico di Milano.

L’eCommerce, dopo essere stato per anni un canale secondario, ha acquisito oggi un ruolo determinante nella progettazione delle strategie di vendita e di interazione con i consumatori.

Durante il lockdown ha rappresentato il principale, se non unico, motore di generazione dei consumi, con ricadute nel medio-lungo periodo.

Anticipa la tua concorrenza

Il 12% delle aziende italiane opera nell’e-commerce e il 79% di loro lo fa in ambito consumer.

Rispetto all’offline che negli ultimi 10 anni ha visto scomparire circa 63 mila negozi (-11%)34, il Registro Imprese conferma l’andamento dell’e-commerce in Italia: in tutto il 2019, le imprese attive che si sono registrate con codice ATECO 47.91.1 relativo al commercio online (primario o secondario) sono 6.968 ovvero il 20% in più rispetto a quelle registrate nel 2018.  Come descritto e analizzato dal rapporto E-commerce in Italia 2020 – Casaleggio Associati

creazione negozio online

La creazione di un negozio online è qualcosa che molte aziende considerano fondamentale.

Prima o poi decideranno di essere online e molti di quelli del tuo settore probabilmente saranno già lì.

Accessibile da qualsiasi dispositivo

Avendo un negozio online, i tuoi clienti potranno accedervi tramite qualsiasi dispositivo: mobile, tablet, computer, ecc.

Più servizi offri al cliente, meglio è.

Come aprire un e-commerce di successo nel 2020 1

Allo stesso tempo, se hai un negozio fisico e nessun negozio online, non stai sfruttando un traffico di clienti virtuali molto interessante.

Il tempo è molto prezioso per il cliente oggi, quindi se vuole comprare qualcosa che ha visto nella tua vetrina fisica ma non riesce a trovarti online, è molto probabile che finirà per comprarlo nella concorrenza.

E’ un ottima pubblicità per la tua azienda

Quale vetrina migliore dell’essere online?

Chiunque abbia accesso a Internet può accedere al tuo negozio e vedere i tuoi prodotti, avere informazioni dettagliate e guidarlo nella scelta d’acquisto.

Avere una grande vetrina online è molto più facile ed economico che avere decine e decine di scaffali e vetrine nei locali fisici.

È solo necessario effettuare una sessione fotografica in cui mostrare i tuoi prodotti da tutte le possibili prospettive.

Puoi anche scegliere di creare una galleria video per mostrare i tuoi prodotti in modo più dettagliato.

Puoi conoscere al meglio il tuo cliente

Grazie al web e alle applicazioni di analisi potrai conoscere maggiori dettagli sui tuoi clienti e guidare così la tua campagna di marketing, i tuoi prodotti, ecc.

Journey-Map

Fare ricerche di mercato e analizzare il comportamento dei clienti e dei potenziali clienti non è mai stato cosi economico.

Come ho mostrato utilizzando audience Insight di Facebook

 

Più ne sai di loro, più puoi soddisfare le loro esigenze con i tuoi prodotti.

Il costo della pubblicità online è basso

Oggi quasi tutte le aziende e le imprese lanciano qualche tipo di pubblicità o promozione su Internet .

I principali vantaggi di questo tipo di pubblicità possono essere riassunti nei seguenti punti:

  • Ti consente di pubblicizzare il tuo marchio, l’azienda o prodotto praticamente a tutti, a tutte le ore e in qualsiasi giorno dell’anno.
  • Non importa dove siano gli utenti, poiché è solo necessario avere un punto di accesso alla rete.
  • Basso costo. Rispetto alla pubblicità tradizionale, la pubblicità online è molto economica.
  • Facile da creare. Gli annunci su Internet sono semplici da progettare e implementare.
  • Consente la misurazione completa dei risultati. Le campagne pubblicitarie su Internet consentono un’analisi molto dettagliata e in tempo reale dei risultati e l’esatto ritorno sull’investimento (ROI) di ogni annuncio può essere calcolato in modo molto obiettivo e affidabile.
  • Grande flessibilità . Puoi modificare facilmente il tipo di annuncio o il mezzo in un tempo molto breve.

 

Ora che hai una panoramica completa dei vantaggi che ci sono nel creare il tuo eCommerce online vediamo come iniziare da zero 

Come iniziare il tue eCommerce online da zero

E’ il giorno zero, hai deciso di aprire il tuo negozio online a seconda del tuo punto di partenza bisogna partire da una prima analisi di mercato e dalla costruzione del sito.

Analisi dell’ambiente

Una buona analisi dell’ambiente ci permetterà di conoscere nel dettaglio tutti quei fattori che influenzano il nostro progetto e determinano la futura strategia da seguire.

Questa parte è per molti la parte più difficile della costruzione del proprio negozio online.

Bisogna disegnare su carta cosa vendiamo, a chi lo vendiamo e come lo vendiamo.

Possiamo dividere l’analisi ambientale in due sezioni principali: analisi esterna e analisi interna.

Analisi esterna

Analizziamo cosa c’è in rete nel nostro settore.

Chi sono i nostri concorrenti diretti e indiretti?

In questa sezione dobbiamo analizzare l‘ecosistema digitale dei nostri concorrenti, dalla loro piattaforma di e-commerce, ai loro prezzi, ai loro social network.

Analizza i tuoi profili e quelli della tua concorrenza.

analisi della concorrenza

Prova ora

Per fare questa analisi abbiamo strumenti come il social media tracker che ci permetterà di valutare i social network dei nostri concorrenti o lo strumento SEMrush che ci permetterà, tra le altre funzioni, di effettuare uno studio del traffico organico e delle parole chiave.

Una questione fondamentale da tenere in considerazione nella tua analisi esterna è la legislazione vigente.

Puoi farti un’idea di quali sono le tendenze di mercando ricercando in rete informazioni e analisi dettagliate che spesso vengono pubblicate su siti specializzati.

Analisi interna

Dopo aver analizzato il mondo esterno e quello che circonda la nostra futura presenza online è ora di analizzare nel dettaglio le nostre risorse interne.

In questa sezione dobbiamo fare una valutazione approfondita della nostra azienda e delle sue risorse:

  • Situazione economica e finanziaria
  • Immagine che ha la nostra azienda se già esistente o quella che vogliamo dare se è da costruire da zero
  • Risorse umane.
  • Rete di distribuzione.
  • Posizionamento in rete:
  • Analisi della pagina web.
  • Posizionamento SEO.
  • Parole chiave del gestore dei contenuti.
  • Presenza di social network.
  • Ecommerce.
  • Prodotto.
  • Politica di comunicazione.

Analisi SWOT

La SWOT analisi è uno strumento fondamentale per poter sintetizzare le informazioni che abbiamo raccolto nell’analisi dell’ambiente.

template SWOT analisi

Ci consente di individuare le informazioni in quattro sezioni chiaramente differenziate: Debolezze, Minacce, Punti di forza e Opportunità .

Una volta completato lo SWOT, sarà più facile identificare il nostro vantaggio competitivo.

Un ottimo strumento per creare l’analisi SWOT è strumento di creazione analisi SWOT di Canva

Vantaggio competitivo

Identificare il tuo vantaggio competitivo ti aiuterà in seguito quando fisserai i prezzi.

Il vantaggio competitivo è influenzato da cambiamenti endogeni, ovvero interni all’azienda, e dalla capacità dell’azienda di reagire e anticipare i cambiamenti esogeni, esterni alla stessa.

Un ruolo rilevante nella creazione del vantaggio competitivo è rappresentato dalle innovazioni di prodotto o processo.

Porter identifica tre possibili strategie alternative e due diverse tipologie di vantaggio competitivo connesse ad esse.

Porter dimostra come le imprese possano creare e sostenere un vantaggio competitivo all’interno del proprio settore e come i manager possano valutare la posizione competitiva della propria impresa

La strategia di leadership di costo (Impresa “product-driven”)

La strategia di leadership di costo, con il relativo vantaggio di costo, è la capacità dell’impresa di produrre prodotti simili o equivalenti a quelli offerti dai concorrenti ad un costo minore. Tale strategia è tipica di settori in cui i prodotti sono fortemente standardizzati e la concorrenza è soprattutto concorrenza sul prezzo. I rischi connessi a tale strategia derivano dai mutamenti tecnologici che possono annullare i vantaggi precedenti; i bassi costi di apprendimento per le imprese esterne al settore; l’incapacità di innovare poiché ci si concentra solo sul contenimento dei costi; l’aumento generale dei costi.

La strategia di differenziazione (Impresa “market-driven”)

La strategia di differenziazione, con il connesso vantaggio di differenziazione, è la capacità dell’impresa di imporre un premium price per i propri prodotti superiore ai costi sostenuti per differenziarli, cioè dotarli di caratteristiche uniche che abbiano un qualche valore per i propri clienti al di là della semplice offerta di un prezzo basso. I rischi connessi a tale strategia possono derivare dal fatto che il consumatore non riconosca il fattore differenziale o non sia disposto a pagarlo, la contraffazione o l’imitazione.

La strategia di focalizzazione

La strategia di focalizzazione, la quale può essere orientata ai costi oppure alla differenziazione. Nel primo caso, con questa strategia un’impresa mira al perseguimento di un vantaggio di costo limitatamente ad uno o a pochi segmenti del mercato.

Nel secondo caso, la focalizzazione è indirizzata alla differenziazione, cioè consiste nell’identificare un segmento di clientela particolarmente sensibile alla qualità. I rischi connessi a tale strategia derivano dal fatto che la nicchia prescelta non sia sufficientemente ampia da consentire alle imprese di operare con efficienza o che le imprese che operano con un vasto raggio di azione riescano, con aggiustamenti marginali ai loro prodotti, a soddisfare le esigenze di tale nicchia.

Esistono esempi di imprese che hanno adottato prima una strategia di differenziazione, e poi grazie all’aumento della quota di mercato e alle e economia di scala hanno pure conseguito una leadership di costo.

Creazione della nostra Buyer Personas

La creazione di una Buyer Persona consiste fondamentalmente nel disegnare uno o più profili del cliente ideale.

Per creare le definizioni delle diverse buyer persona, puoi prendere come riferimento i seguenti punti:

  • Età.
  • Genere.
  • Tipo di lavoro.
  • Quali preoccupazioni hanno?
  • Quali ostacoli potrebbero trovare per acquistare il nostro prodotto?
  • Quale problema potrebbero risolvere grazie al nostro prodotto?
  • Dove vivono?
  • Come trascorri la tua giornata?
  • Quali sono i tuoi bisogni, hobby e interessi?
  • Quali canali usano per informarsi?

Ho preparato per te un modello per creare la tua Buyer Personas

Download modello buyer persona

Scegli un nome per il negozio online

Per un sito commerciante, la scelta del nome di dominio equivale al nome del tuo negozio. 

Devi scegliere qualcosa che sia d’impatto e facile da ricordare.

Attenzione, su internet sono già presenti molti nomi a dominio, non esitate ad essere originali nella scrittura e nel formato del vostro nome.

Al momento di decidere un nome per il nostro nuovo e-commerce, troveremo due casi ben differenziati:

Azienda esistente

Se stiamo lavorando ad un progetto in cui l’azienda esiste già allora la selezione del nome è molto semplice e nella stragrande maggioranza dei casi, utilizzeremo lo stesso nome con cui l’azienda già opera.

Azienda start-up

Se invece ci accingiamo a lavorare ad un progetto in cui l’azienda viene creata da zero.

Una piattaforma e-commerce di nuova creazione che opera al 100% online, la scelta del nome per il nostro negozio online sarà un po ‘di più complicato.

In molti casi, scopriremo che molti nomi sono già in uso e quindi dobbiamo essere molto creativi.

 

Scegli il tipo di e-commerce

Esistono diversi modelli di business dedicati a chi vuole lavorare vendendo online, sia per chi decide di farlo tramite eCommerce sia per chi sceglie di esporre i propri prodotti in un marketplace .

B2B (Business to Business)

L’acronimo B2B, dall’inglese Business to Business, viene applicato alle aziende che creano attività elettroniche per vendere prodotti ad altre società.

B2C (Business to Consumer)

B2C è il modello adottato dalle aziende che vendono al consumatore finale, che rappresenta la maggioranza delle attività elettroniche.

Acquistare un buon servizio di Hosting

Per selezionare un buon servizio di hosting per il nostro negozio online dobbiamo tenere conto dei seguenti fattori:

  • Prezzo
  • Larghezza di banda
  • Spazio disponibile
  • Interfaccia: assicurati che il pannello di controllo sia semplice, facile da usare e includa tutti gli strumenti necessari.
  • Integrazione con altre applicazioni: scopri se puoi integrare strumenti che intendi utilizzare come wordpress, magento o prestashop.
  • Servizio clienti: assicurati che ti offrano un servizio di supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7 in una lingua con cui ti senti a tuo agio a lavorare.

Scegli una piattaforma per ecommerce

Ci sono molte opzioni disponibili sul mercato per la creazione di un e-commerce, tuttavia, la prima cosa che dobbiamo tenere in considerazione è la dimensione del nostro negozio online.

Ci concentreremo su quelli più popolari in Europa.

Prestashop

PrestaShop

È una soluzione molto potente e collaudata che funziona molto bene per progetti di piccole e medie imprese.

PrestaShop è un software di e-commerce gratuito e open source, leader nel settore dei negozi online che offre più di 300 funzionalità.

Magento

magento

Magento è un CMS open source per l’e-commerce

Si tratta di una piattaforma molto molto potente con molteplici funzionalità per la gestione del catalogo, SEO, azioni di Marketing, integrazione con i Social Network e di provata utilità poiché offre servizi ad aziende molto grandi.

WooCommerce

woocommerce

WooCommerce è un plugin gratuito per wordpress.

Potrebbe essere la tua piattaforma ideale poiché è molto facile da configurare e offre tutte le funzionalità di WordPress.

Ha moltissimi plugin per potenziare il tuo negozio online.

Shopify

Come aprire un e-commerce di successo nel 2020 2

Shopify ti permette di creare un negozio online senza conoscenze tecniche e senza doversi preoccupare degli aggiornamenti di plugin, versione o server, poiché opera dal cloud ma ha lo svantaggio di dover pagare una commissione per ogni prodotto venduto.

Crea il tuo marchio on line

Per sviluppare il proprio fatturato, molti siti di e-commerce creano il proprio marchio.

Ciò consente di avere un prodotto unico e quindi un migliore impatto con gli acquirenti.

E’ un modo che aiuta ad aumentare i prezzi e avere margini maggiori rispetto ad altri prodotti.

Offri un servizio

Offri la possibilità di un servizio personalizzato

Aggiungendo la personalizzazione a un prodotto, lo rendi unico agli occhi dell’acquirente e puoi anche venderlo a un prezzo maggiore.

Offri un servizio aziendale di qualità superiore ai tuoi concorrenti

Concentrati sul servizio al cliente, la gestione delle spedizioni e la gestione del post vendita.

Servizi eCommerce

Inoltre, sii disponibile tramite e-mail o telefono.

Come i negozi fisici, l’e-commerce non è esente dalla parte di consulenza, devi rassicurare il tuo futuro cliente per telefono o e-mail sull’affidabilità del tuo sito e dei tuoi prodotti.

La tua priorità deve essere il tuo cliente, devi fornire loro valore.

Crea un design accattivante

Uno dei fattori competitivi rispetto alla tua concorrenza è creare un eCommerce dove l’utente viva un’ottima esperienza.

Un design accattivante non è essenziale ma è molto importante.

Affinché la tua pagina di e-commerce abbia successo è molto importante creare un menu amichevole che consenta all’utente di navigare facilmente nella pagina web e dove i prodotti e / o servizi siano facili da trovare.

Suggerimento: organizza il menu in categorie e sottocategorie in modo che la barra dei menu non sia troppo lunga.

 

Nella stragrande maggioranza degli e-commerce, le pagine più cercate saranno quelle di categorie e sottocategorie.

Vale la pena valutare la possibilità di aggiungere alcune categorie relative a prodotti come: Prodotti in offerta, prodotti di tendenze o novità.

Non dimenticare la SEO e integra le parole chiave nei tag H1 e H2.

Progettare una buona esperienza utente

Utilizza un modello che sia attraente e abbia un bell’aspetto su tutti i dispositivi e offra all’utente più opzioni di ricerca per il prodotto o servizio.

Fai una buona descrizione dei prodotti che includa attributi come colore, dimensione e forma, caratteristiche, tipo di materiale, funzionalità o efficienza e vantaggi, rendendo molto chiaro ciò che fa.

Prendi molto sul serio la navigabilità e l’usabilità del tuo e-commerce se vuoi offrire una UX competitiva.

Ecco alcuni elementi essenziali per rendere professionale il tuo sito:

  • Mostra il tuo numero di telefono ben visibile
  • Visualizza i loghi delle carte di credito nella parte inferiore della pagina
  • Avere una pagina di contatto, note legali politica della privacy
  • Crea una pagina “Chi siamo?”
  • Crea domande frequenti
  • Evita errori di ortografia
  • Crea una guida ai prodotti
  • Avere una pagina di consegna ben dettagliata che mostri i tempi di consegna, i corrieri utilizzati e il costo
  • Classificare in modo efficiente e semplificare la ricerca dei prodotti
  • Utilizza un motore di ricerca interno più avanzato di quello di base del tuo sito
  • Usa immagini di qualità che mostrano il prodotto da tutte le angolazioni
  • Usa il video per mostrare i tuoi prodotti
  • Visualizza che il prodotto è disponibile sulla scheda prodotto e la data di consegna stimata
  • Fai descrizioni che spieghino i vantaggi del prodotto e non le sue caratteristiche
  • Semplifica la creazione dell’account o autorizza gli ordini degli ospiti

Definire i metodi di pagamento

metodi di pagamento ecommerce

Carta di credito o di debito

È il mezzo più utilizzato per effettuare pagamenti online.

Il processo per avviarlo nel tuo negozio online è molto semplice: chiedi alla tua banca un POS virtuale e segui le istruzioni che ti indicano per integrarlo nel tuo ecommerce

PayPal

Consente agli utenti di effettuare acquisti tramite un account utente associato alla propria carta o conto bancario, quindi non è necessario fornire dati bancari ogni volta che si effettua un acquisto nell’e-commerce.

Contrassegno

Il pagamento in contrassegno consente l’incasso di una vendita online al momento della consegna.

Questo lo rende percepito come un metodo sicuro tra i consumatori che non si fidano completamente dell’eCommerce, poiché, inoltre, possono verificare la qualità dell’ordine prima di pagarlo.

Questo mezzo di pagamento è sempre più in disuso.

Normalmente viene applicato quando il web è nuovo e si vuole generare una fiducia iniziale dei clienti o quando il target è in età avanzata.

Gli articoli inviati tramite questo sistema devono essere non deperibili, poiché se il cliente decidesse all’ultimo minuto di non pagare, oltre a perdere le spese di spedizione, andrebbe perso anche il prodotto.

Bonifico bancaro

Anche il bonifico bancario è un metodo che ha perso forza nel tempo.

In questo caso, i negozi online forniscono al cliente i dati di un conto corrente bancario affinché possa procedere al pagamento dell’ordine, che verrà gestito una volta confermato il pagamento stesso.

Un punto importante che dovresti tenere a mente quando crei il tuo conto profitti e perdite è che tutte queste piattaforme addebitano una piccola commissione per ogni transazione.

Non dimenticare la logistica

consegna logistica ecommerce

Magazzino

Se hai intenzione di offrire servizi, puoi saltare questo punto, ma se intendi commercializzare prodotti attraverso la tua piattaforma di vendita online, dovrai avere un posto dove riporre i prodotti.

Queste sono le opzioni di archiviazione più comuni:

  • Magazzino proprio: se stai operando offline e hai già un magazzino, puoi utilizzare lo stesso sistema per il tuo ecommerce e tutto ciò che devi fare è integrarlo con la gestione del tuo magazzino
  • Magazzino conto terzi: ci sono molte offerte di stoccaggio che troveremo sul mercato e gestione della logistiaca, dovrai valutare l’affidabilità del servizio e l’incidenza del costo sul prezzo finale.
  • Dropshiping: questo modello ti permetterà di operare online senza doverti preoccupare delle scorte e vendere prodotti prodotti e consegnati dai tuoi partner.

Controllo delle scorte

La formula migliore per mantenere un buon controllo delle scorte è avere un buon ERP, Enterprise Resource Planning (“pianificazione delle risorse d’impresa”).

Si tratta di un sistema di gestione che integra tutti i processi di business rilevanti di un’azienda (vendite, acquisti, gestione magazzino, contabilità ecc.), generico o personalizzato.

Ancora una volta, quando si decide su un ERP è molto importante tenere conto delle dimensioni dell’e-commerce.

Per piattaforme di grandi dimensioni possiamo optare per SAP o Oracle, per piattaforme intermedie Netsuite o Sage possono essere buone opzioni e per piattaforme più piccole possiamo considerare wordday o Syspro.

Packaging

Se intendi commercializzare prodotti, dovrai decidere chi sarà incaricato di preparare i pacchi e progettare un sistema di confezionamento che si adatti ai prodotti che offri e non trascuri il marchio del tuo imballaggio di consegna.

Spedizione

Se vuoi avere successo, devi assicurarti di avere un servizio di consegna impeccabile in cui il prodotto arrivi in ​​perfette condizioni di consegna.

Tempi di consegna

Garantire una consegna rapida avrà un peso specifico molto importante nel successo del tuo business online. Se consegni in 24 ore sarà molto meglio e più competitivo che farlo in 48 ore.

Un servizio di consegna perfetto è la somma di una buona consegna in un breve periodo di tempo, quindi prendi nota!

Monitoraggio spedizioni

Dovresti sapere cosa succede al pacco da quando lascia il magazzino fino a raggiungere il punto di consegna per assicurarti di poter offrire soluzioni efficaci in caso di incidenti.

Strategia di comunicazione

Una volta impostata la pagina, è ora di vendere, quindi dovrai progettare una buona campagna di comunicazione online.

In primo luogo per poter acquistare da te devono trovarti e, quindi, vale la pena investire in SEO.

strategia comunicazione ecommerce

Affinché il tuo SEO funzioni, è molto importante integrare un blog nel tuo negozio online, che ti consentirà di aggiungere articoli con contenuti che includono le parole chiave necessarie per posizionare la tua pagina nei motori di ricerca.

Uno dei pilastri principali della tua strategia di comunicazione dovrebbero essere i social network, che ti aiuteranno a ricavare traffico verso il tuo sito web e ad attrarre e fidelizzare i clienti.

È anche possibile aiutare la vendita dei prodotti attraverso i social network e, in questo senso, vale la pena tenere conto delle possibilità che Instagram offre attualmente.

Politica dei prezzi

Per impostare i prezzi nel tuo negozio online, è essenziale che tu tenga conto dell’analisi dell’ambiente che hai fatto all’inizio del progetto, nello specifico della sezione analisi esterna: concorrenza.

Affinché i tuoi prezzi siano competitivi, devi tenere conto del settore, della forza del marchio e delle caratteristiche e degli attributi del prodotto.

Una volta fissati i prezzi possiamo iniziare a progettare campagne promozionali, in cui possiamo fare sconti, promozioni, offerte e bonus, strumenti molto efficaci quando si tratta di commercializzare prodotti su Internet, soprattutto se abbinati a campagne di marketing. collegato a date chiave.

Misurazione e controllo

Se vuoi creare un e-commerce di successo dovrai misurare, misurare e misurare di nuovo.

Fortunatamente, abbiamo strumenti che ci permettono di misurare i risultati e trasformare un processo che a priori sembra complicato in un compito più o meno semplice.

Affinché tu possa iniziare a misurare in modo professionale, ti consiglierò di integrare Google Analytics al tuo eCommerce

Google Analytics

Google Analytics è uno strumento gratuito che ci fornisce ampie informazioni sulle visite al nostro negozio online.

Uno dei modi più semplici per imparare a utilizzare Google Analytics è seguire un corso gratuito con Google.

Puoi seguire il seguente link per accedere ai corsi di Google Analytics: Analytics Academy.

Lavora sul tuo SEO prima di lanciare il tuo e-commerce

La SEO, nonostante quello che ho appena detto, rimane una delle fonti di traffico più sicure e redditizie perché una volta stabilito il tuo SEO non ti costerà quasi nulla

Ho preparato per te la SEO CHECKLIST [2020] – Come essere primi su Google

Avrai ordini regolari senza dipendere dalla pubblicità che può essere rapidamente costosa.

Ti semplificherò il concetto di SEO ma è solo per farti capire di cosa si tratta.

La SEO è:

  • contenuto di qualità
  • link da altri siti qualitativi nel tuo tema
  • esperienza utente: più l’utente fa clic sui tuoi link tramite i motori di ricerca, più a lungo rimane sul tuo sito e meglio è.

Ci sono molti altri criteri come la velocità del sito, il tag del titolo, i tag H1 H2 ecc, ma se hai già compreso il principio di base della SEO, va bene.

Ecco una semplice strategia di lancio SEO da mettere in atto prima ancora di lanciare il tuo sito passo dopo passo:

  • Avvia un blog in cui scriverai articoli relativi al tuo argomento
  • Invia articoli per gli ospiti per ottenere i tuoi primi link ma anche per farti conoscere
  • Fai testare i tuoi prodotti da blogger / influencer sempre al fine di ottenere link
  • Seleziona le parole chiave per lavorare sul sito di e-commerce: scegli parole chiave non molto competitive ma con un volume di ricerca decente
  • Compila il titolo e i tag H1 di tutte le tue categorie, pagine prodotto, ecc.
  • Riscrivi le descrizioni dei prodotti

La SEO ha una crescita lenta ma costante, dopo 1 anno di buon lavoro vedrai che i risultati saranno garantiti

Conclusioni

Il successo o il fallimento della creazione di un e-commerce di successo dipenderà in gran parte dalla definizione strategica, quindi è essenziale fare una buona analisi dell’ambiente e trarne buone conclusioni.

Scegliere buoni partner per la progettazione dell’e-commerce, per l’hosting e per la piattaforma tecnologica durante la creazione dell’ecommerce è un altro elemento essenziale per garantire il successo del tuo negozio online.

Infine, ricorda che l’obiettivo principale di un e-commerce è vendere, quindi devi applicare tecniche di marketing e vendita online per ottenere risultati.

Ora che sei arrivato alla fine dell’articolo, dimmi, hai domande su come creare un e-commerce?

Se hai bisogno di aiuto per avviare il tuo primo eCommerce o ottimizzare il tuo negozio online già esistente offriamo la nostra prima consulenza gratuita puoi richiederla qui sotto

Simone Stoppioni
Latest posts by Simone Stoppioni (see all)

Chi sono Simone Stoppioni

Content Creator e Consulente SEO. Vive a Fuerteventura (Isole Canarie - Spagna) dove ha fondato la Confucionet. Svolge consulenza ad aziende Italiane e Spagnole curandone la loro presenza On-line.