fbpx
Coronavirus Google Covid-19

Coronavirus Google lancia il sito web dedicato | Covid-19

Coronavirus Google lancia il sito web dedicato | Covid-19 1

 

Google ha lanciato il suo sito Web di informazioni sul COVID-19 nonché una nuova esperienza di ricerca per le query sul coronavirus.

ricerca google coronavirus

 

Annunciato una settimana fa, Google ha lanciato ufficialmente un sito Web dedicato per informazioni e risorse sul coronavirus disponibile su google.com/covid19

Aiutare le persone a trovare informazioni utili

Il sito realizzato in collaborazione con il governo degli Stati Uniti dedicato all’educazione, alla prevenzione e alle risorse locali di COVID-19 a livello nazionale.

Ciò include le migliori pratiche in materia di prevenzione, collegamenti a informazioni autorevoli dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e dei Centers for Disease Control (CDC) e utili suggerimenti e strumenti di Google per privati, insegnanti e aziende.

 

Sito Coronavirus Covid 19 Google

Con questo sito, le persone avranno facile accesso alle informazioni statali, ai suggerimenti sulla sicurezza e alle tendenze di ricerca relative a COVID-19.

Il sito è realizzato per aiutare le persone a trovare informazioni tempestive e utili attraverso gli strumenti e prodotti di google, tra cui il Motore di Ricerca, Google Mappe e YouTube.

In questo momento sulla home page di Google vi è la campagna “Do the Five” per sensibilizzare sulle semplici misure che le persone possono adottare per rallentare la diffusione della malattia, secondo l’OMS.

Do The Five Coronavirus

Nelle prime 24 ore, questi suggerimenti sono già stati visti da milioni di persone.

Informazioni autorevoli delle autorità sanitarie

Nel sito vi è la sezione informazioni utili, inclusi collegamenti ai siti delle autorità sanitarie nazionali e una mappa delle aree interessate dall’OMS.

Mappa Coronavirus Covid-19

Proteggere le persone dalla disinformazione

Google promuove le informazioni utili limitando al minimo le fake news.

La rimozione di disinformazione di COVID-19 su tutti i sui prodotti come: YouTube, Google Maps, le nostre piattaforme di sviluppo come Play e su tutti gli annunci Google Ads.

Su YouTube, l’azienda americana ha già rimosso migliaia di video correlati a informazioni pericolose o fuorvianti sul coronavirus che promuovono metodi non provati dal punto di vista medico per prevenire il coronavirus al posto della ricerca di cure mediche.

Su Google Maps, i sistemi di revisione automatici e manuali continuano a eliminare contenuti falsi e dannosi come recensioni false e informazioni fuorvianti sulle località sanitarie.

Per quanto riguarda la pubblicità Google ha rigorose politiche per disciplinare i tipi di annunci consentiti.

Coronavirus Google lancia il sito web dedicato | Covid-19 2

Ciò include una politica di eventi delicati che proibisce la pubblicità che potrebbe tentare di capitalizzare eventi tragici come un disastro naturale, un conflitto o una morte.

Da gennaio sono state bloccate centinaia di migliaia di annunci che tentavano di trarre profitto sulla pandemia di coronavirus e la scorsa settimana Google ha annunciato un divieto temporaneo su tutti gli annunci per maschere e respiratori medici.

 

Il sito web contiene le seguenti sezioni:

  • Informazioni sulla salute
  • Suggerimenti per la sicurezza e la prevenzione
  • Dati e approfondimenti (incl. Ricerche principali e interesse di ricerca nel tempo)
  • Risorse per aiutare
  • Collegamenti da donare agli sforzi di soccorso
  • Ultime notizie dal blog di Google

Gli utenti vedranno anche una funzione dedicata alla creazione di domande comuni su COVID-19, con fonti di frammenti dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

La nuova esperienza di ricerca verrà implementata nei prossimi giorni oltre all’inglese e agli Stati Uniti anche in altre lingue e altri stati.

Domande e risposte frequenti sul coronavirus (Fonte Ministero della Sanità Italiana)

1. Esiste un vaccino per un nuovo Coronavirus?
No, essendo una malattia nuova, ancora non esiste un vaccino e per realizzarne uno ad hoc i tempi possono essere anche relativamente lunghi (si stima 12-18 mesi).
2. Sono protetto da COVID-19 se quest’anno ho fatto il vaccino antinfluenzale?
L’influenza e il virus che causa COVID-19 sono due virus diversi e il vaccino contro l’influenza stagionale non protegge da COVID-19.
La vaccinazione anti-influenzale è fortemente raccomandata perché rende la diagnosi differenziale (cioè la distinzione tra le due infezioni), più facile e più rapida, portando più precocemente all’isolamento di eventuali casi di coronavirus.
3. Cosa posso fare per proteggermi?
Mantieniti informato sulla diffusione della pandemia, disponibile sul sito dell’OMS e sul sito del ministero e adotta le seguenti misure di protezione personale:
  • restare a casa, uscire di casa solo per esigenze lavorative, motivi di salute e necessità (vedi misure di contenimento)
  • lavarsi spesso le mani;
  • evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  • evitare abbracci e strette di mano;
  • mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;
  • igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
  • evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri;
  • non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  • coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
  • non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  • pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
  • usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.

Se presenti febbre, tosse o difficoltà respiratorie e sospetti di essere stato in stretto contatto con una persona affetta da malattia respiratoria Covid-19:

  • rimani in casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiama al telefono il tuo medico di famiglia, il tuo pediatra o la guardia medica. Oppure chiama il numero verde regionale. Utilizza i numeri di emergenza 112/118 soltanto se strettamente necessario.
4. Il virus si tramette per via alimentare?
Normalmente le malattie respiratorie non si trasmettono con gli alimenti, che comunque devono essere manipolati rispettando le buone pratiche igieniche ed evitando il contatto tra alimenti crudi e cotti.

È sicuro bere l’acqua del rubinetto, infatti le pratiche di depurazione sono efficaci nell’abbattimento dei virus, insieme a condizioni ambientali che compromettono la vitalità dei virus (temperatura, luce solare, livelli di pH elevati) ed alla fase finale di disinfezione. (Fonte: ISS)

5. Devo indossare una mascherina per proteggermi?
L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di indossare una mascherina solo se sospetti di aver contratto il nuovo Coronavirus e presenti sintomi quali tosse o starnuti o se ti prendi cura di una persona con sospetta infezione da nuovo Coronavirus.

L’uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani.

Infatti, è possibile che l’uso delle mascherine possa addirittura aumentare il rischio di infezione a causa di un falso senso di sicurezza e di un maggiore contatto tra mani, bocca e occhi.

Non è utile indossare più mascherine sovrapposte. L’uso razionale delle mascherine è importante per evitare inutili sprechi di risorse preziose.
Non è consigliato l’uso di maschere fatte in casa o di stoffa (ad esempio sciarpe, bandane, maschere di garza o di cotone), queste infatti non sono dispositivi di protezione e la loro capacità protettiva non è nota.

6. Come devo mettere e togliere la mascherina?
Ecco come fare:
  • prima di indossare la mascherina, lavati le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica
  • copri bocca e naso con la mascherina assicurandoti che sia integra e che aderisca bene al volto
  • evita di toccare la mascherina mentre la indossi, se la tocchi, lavati le mani
  • quando diventa umida, sostituiscila con una nuova e non riutilizzarla; in quanto maschere mono-uso
  • togli la mascherina prendendola dall’elastico e non toccare la parte anteriore della mascherina; gettala immediatamente in un sacchetto chiuso e lavati le mani.

Fonte: Google e Ministero della Sanità Italiana

Simone Stoppioni

Chi sono Simone Stoppioni

Content Creator e Consulente SEO. Vive a Fuerteventura (Isole Canarie - Spagna) dove ha fondato la Confucionet. Svolge consulenza ad aziende Italiane e Spagnole curandone la loro presenza On-line.