fbpx

La link building interna è una delle tecniche tra le più controverse della SEO, ogni consulente SEO ha la sua strategia per ottimizzare i backlinks interni e migliorare le classifiche nelle SERP di Google.

Immagina il tuo sito web come una grande mappa geografica, ed immagina di avere all’interno le città di varie dimensioni piccole, medie, grandi e le metropoli.

Queste città sono collegate tra loro da strade e autostrade.

Più grande è la città e più strade provenienti dalle altre convergono su di essa. Una delle frasi che sempre mi ha affascinato è “tutte le strade portano a Roma”.

Essendo romano ho sempre avuto un certo piacere di avere nella mia città una grande importanza.

Roma governava le sue province grazie alla rete stradale. La rete collegava tutto l’impero fino alle province più remote.

Le strade erano un modo per mantenere il controllo su tutto l’impero ed erano il volano per lo sviluppo degli scambi commerciali.

Con questa ottica dobbiamo concepire il nostro sito web, nella costruzione e nel collegamento interno tra i contenuti.

Pensa alle città come alle nostre parole chiave.

Più una parola chiave ha una domanda di ricerca elevata, più è importante posizionarla con i nostri contenuti nelle prime posizioni (SERP) di Google.

Nella costruzione del sito possiamo disegnare preventivamente questa rete di interlinks tra le pagine e i contenuti in base ad un modello che ho già ampiamente spiegato mesi fa come nel video che segue.

Struttura ottimizzata dei LINK INTERNI su analisi delle parole chiave

Fatta l’analisi preventiva sulle parole chiave della nostra nicchia, abbiamo creato contenuti con l’obiettivo di rispondere alla domanda di ricerca.

All’inizio del nostro percorso non abbiamo dati su come i nostri contenuti verranno indicizzati su Google, dobbiamo creare quindi una struttura preventiva in base alla nostra analisi.

La ricerca delle parole chiave per il nostro progetto online non è complessa.

Hai a disposizione diversi strumenti online.

Uno dei tool gratuiti che utilizzo spesso è Ubersuggest.

Ci permette di trovare parole chiave, parole chiave correlate, volumi di ricerca, la difficoltà di indicizzarle e la concorrenza che avremo difronte.

Uno strumento veramente completo e attualmente gratuito.

In questo video tutorial spiego come fare la tua prima analisi delle parole chiave e come trovare spunti per creare i tuoi contenuti.

A questo punto ho creato i miei primi post e ho iniziamo a collegareli tra di loro con lo schema suggerito nel video.

Ho creato una struttura piramidale con l’intento di classificare i contenuti in base a l’importanza delle parole chiavi analizzate in maniera preventiva.

Il nostro impero Romano pianificato sulla carta prende forma con le sue città e i suoi collegamenti con le sue strade.

Passano alcuni mesi e Google inizia a indicizzare i nostri contenuti.

Finalmente abbiamo un primo riscontro su cui poter fare interventi di miglioramenti della struttura.

Che cos’è la link building interna?

La link building interna è quell’attività di gestione dei link interni finalizzata a migliorare l’organizzazione dei contenuti di un sito

Facilitare la navigazione degli utenti tra le pagine è uno dei primi obiettivi.

Il secondo obiettivo e creare una rete di collegamenti ragionati su parole chiave e contenuti rilevanti.

Segnalare a Google quali sono per il nostro sito web i contenuti che hanno maggiore importanza attraverso i link in entrata è uno dei primi passi.

Io ho il mio schema mentale che spiega in larga misura la mia tecnica.

La spiego con l’esempio dell’Impero Romano.

Le città collegate dalle strade (link).

Più una città è grande e importante (parole chiave con volume di ricerca alto) più le strade confluiscono in essa, c’è bisogno di linfa vitale e di traffico per farla sopravvivere.

Permettere alla mia popolazione (gli utenti in rete) di spostarsi liberamente attraverso il mio impero senza ostacoli e senza ingorghi è il primo dei miei obiettivi. Per un sito web è la stessa identica cosa.

Link building interna per migliorare i posizionamenti nelle SERP

Sono arrivato ad un punto della vita del mio sito web dove posso iniziare a valutare i posizionamenti dei miei contenuti, valutare se rafforzare e migliorare i nostri collegamenti interni.

Il mio blog www.caffeitaliani.it è nato circa 10 mesi fa, un esperimento per testare alcune tecniche SEO.

La struttura è molto semplice, la nicchia è precisa caffè italiani e macchine da caffè.

I contenuti sono stati costruiti con l’intento di intercettare la domande di ricerca latente in rete, trovare alcune falle dei miei competitors e scalare le SERP in maniera naturale.

I contenuti realizzati non solo su i produttori, le marche, le torrefazioni e i vari prodotti. Un considerevole spazio è stato riservato al caffè in generale e una sezione di servizio inerente i manuali delle principali macchine da caffè.

Il sito web conta circa 60 articoli e ho ancora molti argomenti da sviluppare.

Dopo mesi ho deciso di valutare lo stato dell’indicizzazione e ottimizzare i link interni.

Questa ottimizzazione ho deciso di spiegarla passo passo in questo video,

Link Building Interno [Strategia SEO], Costruisci Backlinks di qualità!

per comprendere come con piccoli accorgimenti possiamo andare a potenziare quei contenuti che hanno iniziato a scalare la SERP.

Passo 1: Analisi indicizzazione del sito tramite Ubersuggest

Il primo passo è inserire l’url del mio sito web sullo strumento di Ubersuggest

Caffe italiani ubersuggest

Uno strumento che permette di avere una buona analisi sui posizionamenti del mio sito web.

Adesso mi concento sulle parole chiavi.

Valuto quali contenuti e query hanno iniziato a posizionare nelle SERP di Google con un buon volume di ricerca.

Mi salta subito all’occhio un’ottima opportunità sulla parola chiave “marche caffe“.

Volume di ricerca di 1600, la mia posizione media è la 10cima posizione con una difficolta di posizionamento di 21 su 100.

La Home page del mio sito è il contenuto con cui la sto posizionando.

Marche caffe uberssugest

Bene! E’ la mia parola chiave da ottimizzare!

Passo 2: La parola chiave su cui creare i backlinks ha problemi di cannibalizzazione?

“Marche caffe” è posizionata alla 10 posizione, il contenuto che posiziona il termine di ricerca è la mia Home Page. Ora devo solo fare un ulteriore controllo.

Marche caffè viene indicizzata da Google da altri contenuti all’interno del mio sito web? In poche parole mi faccio competizione da solo con contenuti del mio sito?

Per operare questa analisi ci viene in contro la Google Search Console.

Entro nel pannello di controllo e filtro per la query “Marche caffe”

Filtro query marche caffe

Ora ho la rappresentazione esatta di che cosa Google indicizza per la mia query.

La parola chiave in questione è in questo momento posizionata in 10,9 posizione, ha alcuni click circa 6 e 742 impressioni e un CTR molo bassa 0,8% negli ultimi 28 giorni.

Nella parte inferiore di questa schermata abbiamo tutte le parole chiavi correlate o molto vicine ad essa che Google ritiene pertinenti a “macchine caffè”

query correlate marche caffe

 

Ho la parola chiave analizzata nel dettaglio ora vado a scoprire per quali pagine Google associa questa query?

Clicco su pagine e scopro che “marche caffè” è indicizzato solo ed esclusivamente per la mia Home page e non per altri contenuti all’interno del sito.

Sospiro di sollievo non ho nessun pericolo di cannibalizzazione, ovvero nessun altro contenuto risponde per Google alla stessa domanda di ricerca e quindi non rischio di penalizzare i mie contenuti che si contendono la classifica per la stessa parola chiave.

Sono a cavallo ora devo solo trovare i contenuti correlati che mi aiuteranno a scalare la SERP

Passo 3 Trovare contenuti correlati alla query

Il mio grande amico Google mi mette a disposizione alcuni comandi per ottimizzare la nostra ricerca, ne ho già parlato con la guida comandi speciale nella ricerca di Google, ora devo trovare i contenuti che Google ritiene correlati alla parola chiave “marche caffe”.

Entro nel motore di ricerca e digito [site:caffeitaliani.it marche caffe], il comando (site:url) cosi composto mi renderà i risultati nella SERP che rispondono alla parola chiave filtrate per il mio sito web.

contenuti correlati marche caffe

Ho i contenuti correlati che posso collegare alla mio contenuto obiettivo con la query “marche caffe” o sinonimi.

I contenuti in questione sono contenuti che rispondono a termini di ricerca completamente diversi.

Mi armo di pazienza ed entro nei contenuti che lo stesso Google mi indica come correlati.

Passo 4 Collegare i contenuti correlati con la parola chiave “marche caffe” o sinonimi al contenuto obiettivo del Backlink

In questa ultima fase non mi resta che collegare con hiperlink testuali i contenuti correlati alla pagina da supportare su la query “marche caffe” o suoi sinonimi sulla mia home page.

backlink marche caffe

Entro in uno dei contenuti e vado alla ricerca della della parola chiave da collegare alla Home.

Se all’interno del mio contenuto correlato non ho la parola chiave, posso sempre intervenire aggiungendo in maniera ragionata la parola “marche caffe”. Senza snaturare il contenuto.

La strada di collegamento è fatta la rete man mano è in costruzione.

L’impero è prospero e pronto per un ulteriore sviluppo

Passo 5 Analisi e controllo costante nella link building interna

Il procedimento che ho appena descritto ci permette di ottenere due cose.

  1. Potenziare contenuti importanti per aumentare traffico organico
  2. Aiutare l’utente nella navigazione del nostro sito internet
  3. Scalare la SERP su parole chiavi con volume di ricerca elevato

Questo controllo e valutazione lo faccio con una cadenza mensile.

Potrei potenziare parole chiave su contenuti che già avevo preventivato di ritrovarmi in SERP.

Spesso però accade di trovare nuove parole chiave indicizzate importanti per la mia strategia. Possono diventano un fattore di opportunità per sviluppare ulteriore traffico organico.

Il mio Impero in costruzione ha bisogno di visone di lungo periodo e scelte che permettano di sviluppare la sua rete. La strada è lunga ma le regole per costruire sono delineate.